Comitato di Indirizzo e Garanzia del 30/01/2013

Home  >>  ALA e ACCREDIA  >>  Comitato di Indirizzo e Garanzia di ACCREDIA  >>  Comitato di Indirizzo e Garanzia del 30/01/2013

Il 30 gennaio si è tenuto il primo Comitato di Indirizzo e Garanzia del 2013. L’incontro previsto per il 18-19 dicembre 2012 è quindi slittato al 2013.

Di rilievo tra gli argomenti all’OdG
4. esiti Verifica EA; informativa sulle azioni correttive;
5. attività in ambiti regolamentati – aggiornamento sulle attività in corso;
6. esiti reclamo ASSOCONSULT;
7. attuazione art. 19 dello Statuto;
8. attuazione del Documento Programmatico 2012/2014 – Esiti del Gruppo di Lavoro –Programmazione attività future;

Pur non essendo all’OdG il caso ILVA ha occupato una consistente parte del dibattito, qui di seguito riportiamo una sintesi dell’intervento del Presidente di ALA.

Sig. Presidente Cav.Grazioli, esprimiamo alcune considerazioni di carattere generale, mentre sui singoli punti ci riserviamo di intervenire man mano che verranno trattati.
Abbiamo apprezzato alcuni orientamenti assunti da ACCREDIA sui temi all’OdG o trattati negli allegati.

Infatti i cittadini e le imprese serie e oneste sono stanchi di tanta corruzione e collusione presente nel tessuto economico del paese. Corruzione e collusione impastate con i conflitti di interesse distorcono la concorrenza, aggravano i costi di una parte importante dello Stato, producono beni e servizi non corrispondenti alla qualità dovuta o dichiarata, penalizzano la parte sana del nostro paese e minano la nostra credibilità di sistema sia in Italia che all’estero.

ALA dà il proprio incoraggiamento a proseguire con maggiore tempestività e decisione per far sì che la validità degli accreditamenti e della certificazione non venga messa in dubbio, non tanto e non solo sul piano formale o dei meri aspetti della comunicazione, quanto su quello della sostanza del rispetto pieno delle regole. Altrimenti il rischio che si può correre è di “chiudere la stalla quando i buoi sono scappati”.
Possono non piacere o essere inopportune la forma o l’insistenza di alcuni membri su determinate questioni, ma occorre attenzione, se neghiamo gli stimoli al miglioramento noi accondiscendiamo al declino e allo svilimento del valore dell’accreditamento e della certificazione.

CASO ILVA-IGQ, ma si può includere anche il caso COSTA CROCIERE-RINA
Alla pagina http://www.accredia.it/context.jsp?ID_LINK=27&area=6 è illustrata la Politica di sorveglianza di ACCREDIA.
“ACCREDIA sviluppa una costante e rigorosa azione di sorveglianza …. in termini di rispetto delle regole, mantenimento e miglioramento della qualificazione e aderenza all’etica professionale.
Una efficace e celere adozione di provvedimenti sanzionatori nei confronti di Laboratori e Organismi inadempienti rappresenta un punto cruciale della politica di sorveglianza di ACCREDIA; perché è una misura a tutela del valore e della credibilità delle attestazioni di conformità.
Anche attraverso i provvedimenti sanzionatori, ACCREDIA conduce un’azione di sorveglianza … , salvaguardando e rafforzando dove possibile la fiducia degli attori del mercato nei confronti dei beni e dei servizi forniti dalle organizzazioni e aziende certificate o sottoposte a ispezione”

Nel RG-01 rev. 02 troviamo riguardo casi come ILVA-IGQ e Costa Crociere-RINA diversi punti applicati e applicabili, da cui si desume che i provvedimenti sanzionatori previsti possano essere non solo quello della sospensione ma anche quello della revoca dell’accreditamento.
Merita approfondimento, rispetto agli audit effettuati da ACCREDIA, il funzionamento effettivo del Comitato per l’Imparzialità presso gli OdC, ad es. come viene verificato il rispetto dei requisiti (ad es. che pressioni commerciali, finanziarie o di altra natura non compromettano l’imparzialità (§ 2.2.1.1 del RG-01 rev. 02, successivo § 2.5.1).

Sulla correttezza e rispondenza alle norme delle attività svolte dal laboratorio ILVA accreditato ISO 17025, ci si attendeva qualche informazione da parte di ACCREDIA per dissipare i numerosi e gravi interrogativi evidenziati nella relazione presentata al CIG del 01/10/2012.

 

Nei prossimi giorni illustreremo le proposte pervenute al Comitato di Indirizzo e Garanzia sull’art. 19 dello Statuto di ACCREDIA, e la posizione espressa da ALA.

Il Presidente ALA