Elezione del Presidente del Comitato di Indirizzo e Garanzia ACCREDIA – 16 luglio 2012

Home  >>  ALA e ACCREDIA  >>  Comitato di Indirizzo e Garanzia di ACCREDIA  >>  Elezione del Presidente del Comitato di Indirizzo e Garanzia ACCREDIA – 16 luglio 2012

In una atmosfera rarefatta, sia per la temperatura dell’aria condizionata che per scarso numero di partecipanti (43% di assenti = disaffezione dei membri ?), lunedì 16 luglio 2012 nel Parlamentino della Sede del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, presso il Ministero delle Infrastrutture, si è svolta la prima riunione del Comitato di Indirizzo e Garanzia e  l’elezione del suo Presidente. Al termine delle votazioni è stato eletto il Dr.Ennio Lucarelli, (il cui curriculum è noto in vari ambienti – Regione Lazio, mondo della Sanità e negli ambienti di Confindustria, essendo Presidente del CSIT http://www.confindustriasi.it). All’altro candidato Dr.Filippo Salvadori sono andati 8 voti su 35. Schede bianche 2.

 

Intervento del Presidente di ALA prima delle votazioni

 

Ringraziamo sia il Dr.Trifiletti che il Presidente Grazioli, attenti ascoltatori delle istanze emerse in particolare dal CIG per le recenti modifiche allo Statuto (sulla modalità di elezione del Presidente del CIG), al Regolamento ST-01 e al RG-05 inbozza (relativamente alla relazione annuale del CIG e alla Segreteria del CIG).

Tali modifiche ci incoraggiano a chiedere che vengano implementate anche le proposte del DOCUMENTO PROGRAMMATICO 2012/2014 in particolare quelle della sezione 2.

[Pare opportuno formalizzare le “attività routinarie” di competenza del CIG, recependole formalmente come integrazione del Regolamento RG-5 (art. 3).

Si sottolinea inoltre l’importanza di stabilire o confermare regole per l’attuazione di un rapporto stabile tra CIG, CD e attività del CdA.

Si ricava che non è attuato il punto c) dell’art. 19 dello Statuto (In particolare, oltre a varare il Documento pluriennale, il Comitato: …..  c) collabora ed interagisce con il Consiglio Direttivo e con il Comitato di Accreditamento, tramite scambi di documenti ed appositi incontri.) e pertanto si propone che almeno un CD, un CIG ed un CdA per anno siano convocati nello stesso giorno e luogo, in orari che si intersechino. Gli argomenti di interazione dovrebbero essere concordati dai Presidenti e rientrare tra quelli del programma annuale/triennale e relativi alle attività descritte dall’art. 18 dello Statuto.]

Alcuni membri del Comitato di Indirizzo e Garanzia da tempo ci avevano espresso l’esigenza che si attui un giusto confronto tra le candidature e che si realizzi un mandato forte ed efficace nel periodo di riferimento. Proponiamo che ogni candidatura, oltre che da un breve curriculum, sia corredata non da una Dichiarazione programmatica ma dalla propria visione sintetica del CIG, ruolo compiti e di come intenda esercitare la funzione di Presidente.

Infatti sia prima che in occasione della Assemblea annuale vari soci ci hanno espresso l’esigenza della terzietà del Presidente del CIG rispetto alla struttura di ACCREDIA: si vuole infatti che il CIG sia aderente alla fisionomia statutaria e dei vari Regolamenti e norme di riferimento, ovvero un organo indipendente e quando necessario libero di esprimere un punto di vista critico; perseguendo, attraverso il rafforzamento del ruolo del CIG, il contrasto naturale alle possibili disaffezioni, il consolidamento e rafforzamento dell’intera struttura di ACCREDIA.

Alcuni temi, già presenti nell OdG, odierno attendono di essere affrontati con decisione per dare respiro e serietà di intenti al lavoro del CIG e di ACCREDIA.

  1. Documento Programmatico CIG 2012-2014
  2. Rapporti tra i vari organi di ACCREDIA
  3. Indicatori e indicatori di gestione

Modalità di gestione CIG da sottoporre a verifica

  1. Ordine del Giorno
  2. Verbale di riunione
  3. Gruppi di Lavoro
  4. Rapporto con gli altri Organi di ACCREDIA
  5. Composizione e Funzionamento della Segreteria

Il ruolo stesso del Presidente del CIG dovrebbe essere rivalutato e meglio esplicitato perché non resti solamente o semplicemente  una figura di puro raccordo tra il CIG ela Direzione Generale.

Da ultimo esprimiamo la convinzione che il lavoro del CIG vada meglio organizzato all’interno del CIG stesso. Ad esempio creando una Segreteria in parte distinta e complementare a quella svolta dal Direttore Generale di ACCREDIA, rivalutando altresì il gettone del Presidente per rapportarlo alla nuova importanza del ruolo.

 

Ing. Giovanni Bassini

Presidente ALA (Associazione Laboratori Accreditati)

 

16 luglio 2012